Domanda 10.

Quali sono le condizioni affinché si migliori il livello di conoscenza?

 

Risposta 10.

Come è stato riportato nella Domanda 9, il livello di conoscenza dipende sostanzialmente dai dettagli costruttivi e dalle indagini sui materiali. Per esempio, per passare dal livello di conoscenza LC1 a quello LC2 bisogna passare dalle Verifiche in-situ limitate alle Verifiche in-situ estese ed esaustive per i dettagli costruttivi e dalle Indagini in-situ limitate alle Indagini in-situ estese per la qualità dei materiali. Il passaggio da LC1 a LC2 prevede di aumentare la categoria dei dettagli costruttivi e quella dei materiali. Per passare dal Verifiche in-situ limitate a Verifiche in-situ estese per i dettagli costruttivi occorre verificare tutti gli elementi in maniera sistematica. Per passare da Indagini in-situ limitate a Indagini in-situ estese occorre indagare (in modo visivo) un numero più alto di elementi ed effettuare una prova distruttiva per ogni tipologia diversa di muratura.

In molti casi, per passare da LC1 a LC2 è sufficiente semplicemente effettuare una prova sui materiali (martinetti piatti). Per LC2 i risultati delle prove non entrano in gioco ai fini della valutazione dei parametri meccanici della muratura (si considera solo la Tabella riportata nel punto C8A.2 della Circolare 61/2009) ma solo per definirne il tipo. In definitiva, effettuando una prova distruttiva sui materiali comporta il passaggio dal LC1 a LC2, con il conseguente miglioramento delle caratteristiche meccaniche della muratura. Ricordiamo brevemente che il fattore di confidenza passa dal valore 1.35 ad 1.2, mentre per le resistenze dei materiali si assumo i valori medi anziché i minimi riportati nella Tabella riportata nel punto C8A.2 della Circolare 61/2009.

Per esempio, per la muratura in mattoni pieni e malta di calce, per LC1 si hanno i seguenti valori per la resistenza:

 

               

 

mentre per LC2 si ha:

 

               

Dalle precedenti si evidenzia il vantaggio che si ha a passare da LC1 a LC2. Effettuando una sola prova di carico è possibile migliorare notevolmente le caratteristiche meccaniche della muratura e quindi di conseguenza anche l’esito della verifica.

Passare da LC2 a LC3, i vantaggi in termini di risultati, potrebbero anche non essere evidenti. Per LC3, l’esito delle prove distruttive entra in gioco ai fini della valutazione dei parametri meccanici della muratura. Se i risultati delle prove sono peggiori di quelli riportati nella Tabella nel punto C8A.2 della Circolare 61/2009, i parametri da considerare nel calcolo della struttura sono più restrittivi di quelli riportati in Tabella, con la conseguente penalizzazione dei risultati dell’analisi. Il vantaggio è quello di considerare parametri più realistici senza sovrastimare le capacità meccaniche della muratura.



venerdì 15 dicembre 2017

consolidamento per edifici in muratura

tiranti in acciaio nelle costruzioni in muratura

muratura armata antisismica

Consolidamento edifici in muratura