Domanda 11.

Che valore bisogna assumere per il coefficiente di sicurezza della muratura?

 

Risposta 11.

Per zone non sismiche, il coefficiente di sicurezza (m) si ottiene dalla tabella 4.5.II del D.M. 17/01/2018 (vedi tabella sotto riportata) in funzione delle classi di esecuzione e della categoria del blocco utilizzato.

Per quanto riguarda la definizione di “Classe di esecuzione” e di categoria I e II per il blocco di muratura si rimanda ai punti 4.5.6.1 e 11.10.1 del D.M. 17/01/2018 ed alle Norme UNI EN 771.

 

 

In zona sismica, i coefficienti parziali di sicurezza riportati in tabella possono essere ridotti del 20% e comunque fino ad un valore non inferiore a 2 (punto 7.8.1.1 del D.M. 17/01/2018).

Nel caso in cui si effettui l’analisi statica non lineare (pushover), il valore di m può essere assunto pari ad 1 (vedi punti 7.8.2.2.1, 7.8.2.2.2 e 7.8.2.2.4 del D.M. 17/01/2018).

 



giovedì 24 giugno 2021

tiranti in acciaio nelle costruzioni in muratura

muratura armata antisismica

Consolidamento edifici in muratura

consolidamento per edifici in muratura