5.9 – Carico verticale su pareti idonee alla resistenza sismica

 

Occorre verificare che almeno il 75% dei carichi sia portato da elementi idonei alla resistenza sismica. Poiché gli elementi non idonei alla resistenza sismica sono i due maschi di 70 cm in direzione X collocati nei fili fissi 7 e 13 (vedi figura 9), è intuitivo supporre che la verifica sia soddisfatta. In ogni caso, determiniamo analiticamente quanto sopra detto. Sui suddetti elementi non idonei, in funzione delle orditure dei solai, grava solo il carico verticale del corridoio per come riportato in figura 9 (area tratteggiata). Si riporta di seguito la verifica relativa ai tre piani dell’edificio. Nelle tabelle 38, 39 e 40 si riporta il carico che grava sugli elementi non idonei e quello che grava sull’intero edificio. Le dimensioni di solai, scale, balconi e parapetti, sono riportate in figura 9. I carichi per metro quadro nelle tabelle 8÷12.

 

Figura 9 – Area di influenza dei solai sugli elementi non idonei alla  resistenza sismica

 

I carichi verticali di ogni piano si ottengono sommando le quantità Pi riportate nelle tabelle 17÷25 (vedi sezione regolarità in pianta).

 

Tabella 38 – Carico su elementi non idonei e carico totale del piano 1

 

Tabella 39 – Carico su elementi non idonei e carico totale del piano 2

 

Tabella 40 – Carico su elementi non idonei e carico totale del piano 3

 

Si riportano di seguito i rapporti espressi in percentuale tra il carico verticale che grava sugli elementi non idonei e quello totale per ogni piano dell’edificio.

 

                        (verifica soddisfatta)

 

                        (verifica soddisfatta)

 

                        (verifica soddisfatta)

 

<< 5.8 – Sistemi di pareti

5.10 – Distanza tra pareti parallele >>

 

Indice

 



giovedì 25 aprile 2024

tiranti in acciaio nelle costruzioni in muratura

muratura armata antisismica

Consolidamento edifici in muratura

consolidamento per edifici in muratura